Cheese è sempre più green: la dodicesima edizione dell’evento internazionale organizzato da Comune di Bra e Slow Food, svoltasi dal 20 al 23 settembre scorso, ha raggiunto risultati record non solo in termini di presenze, ma anche per la percentuale di raccolta differenziata. Ben il 92,93% delle 105 tonnellate di rifiuti prodotte dal pubblico, dagli esercizi commerciali e dai 600 espositori nel corso dei quattro giorni di manifestazione potrà essere riciclato e recuperato. Ciò grazie alla differenziazione di 34 tonnellate di carta, quasi 8 di plastica, 39 di umido, oltre 15 di vetro, a cui si aggiungono 160 chilogrammi di alluminio e 644 litri di olio esausto raccolti da Ambiente 2.0, incaricato del servizio in città. Un grande risultato, che migliora i già eccezionali dati della precedente edizione (91,77% di differenziata) e che porta a una sensibile riduzione della percentuale di rifiuti solidi urbani indifferenziabili, che passano dall’11,1% del 2015 e dall’8,2% del 2017 al 7,07% dell’edizione 2019.

Performance di così alto livello possono essere ottenute solo con la collaborazione di tutti. Fondamentale in tal senso il “Presidio del rifiuto”, progetto gestito dalla Città di Bra in collaborazione con Ambiente 2.0 e Novamont: durante i quattro giorni di “Cheese”, nelle 31 eco-isole distribuite capillarmente in tutta l'area i referenti di associazioni del territorio, opportunamente formati per l’occasione, hanno assistito e indirizzato centinaia di migliaia di visitatori al corretto smaltimento, diventando ambasciatori locali di atteggiamenti consapevoli volti alla valorizzazione del rifiuto e al riciclo.

Oltre alla raccolta, gli operatori della ditta incaricata del servizio hanno garantito anche la vivibilità degli spazi cittadini, con numerosissimi spazzamenti, lavaggi e passaggi extra, per una città pulita e accogliente. Per tutto il periodo della rassegna, in ogni spazio di Cheese sono state inoltre utilizzate stoviglie biodegradabili in Mater-Bi, bicchieri realizzati con amido di mais, tovagliette e tovaglioli derivanti dal riciclo di cartoni per bevande in Tetra Pak.

“Un risultato importante, ottenuto grazie alla collaborazione di tutti i soggetti coinvolti e al grande servizio messo in campo dagli operatori del servizio, a cui va il nostro plauso e ringraziamento. Un impegno che non si esaurisce con Cheese ma che si estende a tutte le manifestazioni organizzate durante l’anno in città - commentano il sindaco Gianni Fogliato e l’assessore all’Ambiente Massimo Borrelli -. Con la collaborazione di tutta la comunità, che in questi mesi ha fatto uno sforzo enorme per arrivare attorno al 90% di raccolta differenziata in tutta la città, continueremo a mettercela tutta per essere cambiamento: fare la raccolta differenziata è innanzitutto un gesto d’amore verso l’ambiente, verso la propria città e verso il futuro dei nostri figli". (em)